INFO

– 13km

– dislivello: 700+

– livello: Difficile. Attenzione all’altitudine e al grande dislivello positivo.

– tempi corsa: 2-2.30h

– tempi camminata: 3-4h


KIT

– 1 scorta d’acqua

– crema solare fondamentale

– 1 snack


START POINTMAP

[sgpx gpx=”/wp-content/uploads/gpx/StelvioTrail.gpx”]

DOWNLOAD GPS

VARIANTE FACILE

INFO

– 10,5km

– dislivello: 200+

– livello: Difficile. Attenzione all’altitudine.

– tempi corsa: 1.45-2.00h

– tempi camminata: 3-4h

START POINTMAP

[sgpx gpx=”/wp-content/uploads/gpx/StelvioTrail-VarianteCorta.gpx”]

DOWNLOAD GPS

DUEMILASETTECENTOSETTANTA metri. In cima al mondo. Il passo più alto e più difficile da raggiungere grazie a una delle strade più belle del mondo. I ghiacci dell’Ortles come sfondo. I temi della guerra, un sentiero che si snoda seguendo il fianco della montagna. Un trail in quota per la maggior parte del tempo. Il dislivello di 700 metri in poca distanza quindi molto duro. Esiste una variante che toglie la maggior parte del dislivello in ascesa. Non vedo l’ora di raccontarvelo. Il più emozionante!

 

Percorso

Partendo dal passo si trova una scala in pietra all’inizio dei baracchini di souvenir sulla destra, e si sale al forte (Rifugio Garibaldi) visibile appena si arriva al passo. Al primo bivio si prende la destra verso il lago d’oro e malga Tarces. Da qui il sentiero da seguire sarà il n° 20 molto ben indicato.

Si arriva ad un primo punto panoramico con un cartello con la storia del fronte dell’Orte durante la prima guerra mondiale. Si prosegue lungo il fianco della montagna sempre seguendo il sentiero 20, si passa il piccolo laghetto d’oro e si prosegue sulla sinistra al bivio successivo. Tornando sbucheremo dal sentiero che arriva da destra. Si attraversano due nevai e parecchi tratti rocciosi e al bivio con il sentiero 12, si sceglie appunto il 12 verso malga Tarces e Sotto Stelvio.

 

Il sentiero si allarga e si ammorbidisce. E’ spesso invaso da greggi di pecore che diventano i compagni di trail.  * Al bivio successivo in corrispondenza con la malga, prendere il sentiero a sinistra verso passo Stelvio e lago d’oro (il 16), ci ricongiungerà attraverso una durissima salita, al percorso di andata, che rifaremo al contrario fino a giungere nuovamente al forte, e quindi al passo.

PLAY VIDEO

VARIANTE CORTA

Più che corta, è meno dura, perché toglie gran parte del dislivello positivo. Bisogna organizzarsi per un passaggio visto che non arriviamo al punto di partenza, ma al 25esimo tornante della strada asfaltata.

*Dal punto segnato con l’asterisco, al posto che salire a destra e prendere il sentiero n°16, proseguire dritti e solo successivamente girare sempre a destra. Si passa attraverso una stupenda distesa di rododendri sei rientra nel bosco. Da qui si sente il frastuono dei motori che si cimentano a percorrere il passo dello Stelvio e poco più in basso, si vedono anche i tornanti grigi di asfalto che salgono faticosamente come un lungo serpentone. Arriviamo proprio al tornate n°25, dove finisce il nostro trail.